enesitru

Home » News
arte-opera-viva

La Galleria degli Uffizi ha annunciato i primi dettagli sulla stagione estiva di spettacoli #UffiziLive. Per ora, sappiamo che il museo farà le aperture serali prolungate tutti i martedì dal 6 giugno fino al 26 settembre. Durante l’orario prolungato, artisti di varie specialità faranno esibizioni per brevi intermezzi mentre i visitatori passeggiano per le sale del museo.

I martedì il museo sarà aperto fino alle 21,50. Consigliamo a tutti di entrare prima, dalle 17.00, per visitare con calma le sale permanenti, sostando un po’ nella terrazza a gustare il panorama di Firenze prima di godersi gli spettacoli della serata.

Ecco il programma per l’estate:

Martedì 6 giugno: Aprirà la rassegna il duo musicale marchigiano Mazzoni–Riganelli con un concerto per sassofono e fisarmonica di musiche composte da autori marchigiani contemporanei, in omaggio alla mostra “Facciamo presto! Marche 2016-2017. Tesori salvati, tesori da salvare” (a cui è devoluto 1 € del biglietto del museo per il restauro delle opere danneggiate dal sisma).

Martedì 13 giugno: Il Collettivo ARTEDA di Rimini presenterà Innesti plurali, un format itinerante che adatta di volta in volta linguaggi visivi e corporei in relazione alle opere d’arte e ai contesti museali ospitanti. Le performance utilizzano mezzi espressivi eterogenei in particolare: danza, live painting, pittura digitale, performing art rivolte ad un pubblico internazionale.

Martedì 20 giugno: Il programma di Uffizi Live prosegue con il concerto di musica antica di canto, vihuela e chitarra barocca Quadri sonori dell’ensemble femminile spagnolo Dolce Rima, che verrà appositamente per noi da Siviglia a ricreare le atmosfere sonore dedicate ai dipinti di Caravaggio e i caravaggeschi, immergendo lo spettatore nella temperie culturale delle corti italiane ed iberiche tra tardo Rinascimento e Barocco.

Martedì 27 giugno: Il programma di giugno si conclude con la danza performativa della Compagnia aretina Sosta Palmizi, il cui progetto Venere e il vento nasce dall’osservazione della figura femminile per eccellenza, Venere, e dell’elemento del Vento, che insieme si “irradiano” da Botticelli per legarsi trasversalmente e contaminarsi in sequenza successiva con altri generi, scuole ed autori in diverse opere d’arte presenti all’interno del museo.

Martedì 4 luglio: Lo spettacolo/performance di danza contemporanea ZA-Critic Point (Viva Arte Viva) proposto da Company Blu è una variazione sul tema della “visita guidata al museo” centrata sia sulla statuaria classica che su quella neoclassica, avanzando suggestive possibilità per una fruizione diversa…persino fisica, delle opere d’arte contenute in una galleria.

naomi-berrill-uffizi-live

Martedì 11 luglio: Ritratti di donna è un percorso musicale fatto di volti femminili di grandi pittori italiani del 400 e del 500 intrecciati in un dialogo che trova nella voce, nel violoncello e nella chitarra della giovane irlandese Naomi Berrill un mezzo espressivo di rara e struggente intensità.

Martedì 18 luglio: La giovane danzatrice Fabiola Zecovin porta in scena la figura di Maddalena compresa fra il Trittico Portinari di Hugo van der Goes e la Deposizione di Rogier van der Weyden, due momenti opposti della sua vita. Tra nascita e morte del Cristo, Maddalena vive in palpitante attesa…prima di una speranza e poi di una promessa, di un amore eterno e sublime, nell’ammirazione del Messia e nell’attesa del Suo ritorno, in quella straziante contesa fra terra e cielo che Maddalena vive in un tempo crudele, una mancanza fisica e spirituale del Cristo che consuma.

Martedì 25 luglio: Il cast di Dummies Project di Milano si esibirà in Perseus Room, una performance di “full mask”, poetiche maschere dal gusto contemporaneo che reinterpreteranno il mito di Perseo, portando in scena l’eroe greco e le donne che sono state i cardini del suo destino: Andromeda, Medusa e Danae e le loro raffigurazioni all’interno della Galleria.

Martedì 1 agosto: Il programma del mese di agosto si aprirà con il concerto Miniatour del primo violoncello dell’ORT Luca Provenzani di A.Gi.Mus., un viaggio musicale ricco di contrasti e contrappunti. Quattro brani brevi, quattro miniature che volgono lo sguardo alla musica contemporanea, con un focus specifico sull’Italia, pensate in dialogo con le opere di Giotto, Leonardo Da Vinci e Michelangelo.

Martedì 8 agosto: il duo anglo-italiano Etrusca arriverà dall’Inghilterra per presentare un sofisticato programma musicale di brani rinascimentali e barocchi per soprano e liuto: Chiari fonti, per celebrare opere scelte di Botticelli e Tiziano.

Martedì 15 agosto: l’ensemble musicale Vincanto & Francesca Breschi proporranno ai visitatori un programma di ricerca sulla musica toscana meno conosciuta e frequentata, colta e popolare, antica e moderna. Ben venga maggio ci rivelerà uno scorcio storico-culturale inaspettato, svelando quell’humus culturale che fece da sfondo al mondo e all’opera di Botticelli alla cui “Primavera” l’ensemble dedicherà gran parte del proprio dialogo musicale.

Martedì 22 agosto: Il programma di agosto continuerà con un singolare “concerto da camera per danza e tromba” proposto dalla giovane Giselda Ranieri della Compagnia milanese ALDES insieme al musicista Mario Mariotti. Blind Date è una performance capace di interrogare e relazionarsi con ironia e al tempo stesso studiata maestria con le statue antiche dei tre corridoi del secondo piano della Galleria.

Martedì 29 agosto: Le Scat Noir è un Jazz Vocal Trio di Ferrara tutto al femminile, che eseguirà per i visitatori Colori e forme della femminilità in musica, che, oltre a standard jazz e swing, includerà brani dalla tradizione etnica, ma anche di musica classica e classici italiani, dedicati al tema della femminilità nella pittura fra 400 e 600.

Martedì 5 settembre: E’ il turno della Compagnia Simona Bucci, che ha immaginato una coreografia di danza contemporanea, Sussurri, ricca di citazioni che rimandano a celebri personaggi femminili immortalati nelle opere esposte in un contrappunto visivo ed emotivo fra l’opera immortale e il corpo che la ri-vive.

Martedì 12 settembre: L’Associazione Culturale AD-AR-TE proporrà Tre noccioli del Duecento, una performance di teatro e danza che evoca frammenti di un’ipotetica infanzia di tre pittori, raccontata in più lingue in un testo appositamente scritto per l’occasione da Maria Pagnini: Duccio da Buoninsegna, Giotto e Cimabue bambini immergeranno gli spettatori, adulti e bimbi, nelle atmosfere suggestive e fantasiose di un Duecento “a modo loro”.

Martedì 19 settembre: La terza serata di settembre avrà come protagonista la Compagnia di danza hip hop Mystes, con una coreografia dal titolo Lucida follia ispirata al celebre dipinto ‘Giuditta che taglia la testa ad Oloferne’ di Artemisia Gentileschi. Diversi stili di danza urbana saranno accompagnati da musicalità elettroniche.

Martedì 26 settembre: Conclude la rassegna estiva di Uffizi Live il collettivo Gli Impresari & Giacomo Mercuriali di Venezia, che ammalierà il pubblico con una performance tecnologica e inaspettata. Il progetto si propone di vivificare la ‘Primavera’ del Botticelli attraverso uno strumento di loro invenzione, detto “insettofono”, che ne permetterà la sonorizzazione in un concerto per insetti ed elementi naturali allo stato puro.

img_2433

La Galleria degli Uffizi aderisce alla “Notte europea dei Musei” con un’apertura serale straordinaria dalle ore 19.00 alle 22.00 questo sabato 20 di maggio.

Il prezzo del biglietto sarà simbolicamente di 1 euro, salve le gratuità di legge. Non sono previste prenotazioni. Le operazioni di chiusura cominceranno alle 21.30.

Approfitta delle ore d’apertura prolungate per visitare, oltre la collezione permanente, anche le mostre temporanee dedicate a Plautilla Nelli, ai disegni di Giuliano San Gallo e ad ammimare l’Adorazione dei Magi di Leonardo da Vinci, recentmente ritornata alla galleria dopo anni di restauro.

L’iniziativa fa parte della Festa dei Musei 2017 che offrirà visite guidate alle mostre temporanee sia sabato che domenica.

botticelli-hall10

In occasione del ponte del 25 aprile 2017, la Galleria degli Uffizi farà un apertura straordinaria lunedì 24 aprile. Sarà aperto con orari normali anche domenica 23 aprile e martedì 25 aprile.

I musei di Palazzo Pitti ed il Giardino di Boboli saranno aperti sia domenica 23 aprile che il martedì 25 aprile, ma rimaranno chiusi lunedì 24 aprile.

botticelli-child-pom

Per le festività pasquali, gli Uffizi sarà aperto domenica di Pasqua 16 aprile 2017 e con apertura straordinaria lunedì dell’Angelo 17 aprile.

Anche i musei di Palazzo Pitti (Galleria Palatina, Galleria d’Arte Moderna, Tesoro dei Granduchi, Museo della Moda e del Costume) e Giardino di Boboli saranno aperti la domenica di Pasqua, mentre solo il Tesoro dei Granduchi, Museo della Moda e del Costume e Giardino di Boboli saranno aperti il luned’ dell’Angelo.

Tutti i musei seguiranno gli orari di apertura consueti.

uffizi-long-lines-oct

Abbiamo la notizia che le sigle sindacali SLAI COBAS, COBAS, USB, SIAL-COBAS, USI-AIT, SGB, ADL COBAS, USI hanno indetto uno sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private per l’intera giornata dell’8 marzo.

Per la Galleria degli Uffizi e per il circuito Galleria Palatina-Galleria d’Arte Moderna sarà comunque garantita l’apertura in orario antimeridiano (08:15-13:50).

Non risulta ovviamente possibile determinare preventivamente l’apertura o meno in orario pomeridiano dei suddetti musei, oltre che degli altri musei afferenti alle Gallerie degli Uffizi e del Giardino di Boboli per l’intera giornata, in quanto soggetta al contingente di personale che aderirà alla protesta sindacale.

mimosa

Il giorno 8 marzo, Giornata Internazionale della Donna, è consentito a tutte le donne l’ingresso gratuito in tutti i musei afferenti alle Gallerie degli Uffizi.

Anche l’8 marzo apre la nuova mostra agli Uffizi dedicata alla prima donna fiorentina artista del Rinascimento:

Plautilla Nelli
Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola

Le Gallerie degli Uffizi vogliono inaugurare la serie di mostre dedicate alle donne artista del 2017 con una monografica sulla suora pittrice. Fino al 4 giugno.

Santa Caterina di Siena, attribuita a Plautilla Nelli e bottega.

Santa Caterina di Siena, attribuita a Plautilla Nelli e bottega.

img_2280

Ecco un riepilogo degli orari di aperture straordinarie per la Galleria degli Uffizi in questo periodo natalizio.

Lunedì 26 dicembre: gli Uffizi effettueranno un’apertura straordinaria dalle ore 8.15 alle ore 18.50.

Domenica 1 gennaio 2017: gli Uffizi effettueranno un’apertura straordinaria dalle ore 13.15 alle ore 18.50 e, essendo la prima domenica del mese, l’ingresso sarà gratuito.

Lunedì 2 gennaio 2017: gli Uffizi effettueranno un’apertura straordinaria dalle ore 8:15 alle ore 18:50.

Si ricorda ai visitatori che la biglietteria chiude alle 18.05 e le operazioni di chiusura iniziano alle 18.30.

In queste date, resteranno chiusi i musei di Palazzo Pitti (Galleria Palatina, Galleria d’Arte Moderna, Giardino di Boboli, Tesoro dei Granduchi, Museo della Moda e del Costume, Museo delle Porcellane e Giardino Bardini, non statale, ma che è inserito nel circuito museale del Giardino di Boboli).

img_2363

La Galleria degli Uffizi ha appena communicato che il museo sarà straordinariamente aperto lunedì 31 ottobre.

Gli orari saranno quelli normali: dalle 8.15 fino alle 18.50, con la biglietteria che chiuderà alle 18.05 e le operazioni di chiusura che iniziano alle 18.35.

img_2433

Dopo 15 mesi di chiusura, lo scorso martedì le sale di Botticelli e le altre due sale dedicate al Primo Rinascimento hanno riaperto al pubblico. Come parte del progetto Nuovi Uffizi ideato dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paessaggio di Firenze che sta realizzando la completa ristrutturazione del museo, il tutto senza mai chiudere al pubblico, la ristrutturazione di queste ultime sale completa la ristrutturazione di tutto il secondo piano della Galleria degli Uffizi.

botticelli-hall10

Le nuove sale sono stati oggetto di un rinnovamento completo, con nuove impianti tecnologici che governano l’aria condizionata, la sicurezza e l’illuminazione in tutte le quattro stanze (sale 9-15). In particolare, le sale 10-14 note come le sale del Botticelli, sono state architettonicamente riconfigurate con un nuovo controsoffitto e divise in due sale separati da due “quinte” a tutta altezza staccate dalle pareti. Queste ali, non solo aumentano la superficie espositiva, ma ospitano anche delle canalizzazioni di ripresa dell’aria per l’impianto di condizionamento e le apparecchiature elettriche e speciali. Così le sale sono completamente privi di qualsiasi altra installazione sulle pareti, dando più spazio alle opere d’arte esposte.

img_2363

Il nuovo layout delle sale Botticelli offrirà ai visitatori la possibilità di godere i dipinti esposti anche in presenza di un pubblico molto muneroso, spesso raccolto in gruppi che si accalcano danati ai dipinti più noti. La disposizione dei dipinti nella sala Pollaiolo (sale 9) è stata praticamente lasciata invariata ma nelle due nuove sale Botticelli, La Primavera e La nascita di Venere sono state invece individuati due punti focali in ciascuna delle due partizioni. I due famossimi capolavori del Botticelli sono stati appositamente distaziati dalle altre opere esposte cosi da consentire ai visitaroi di stanziare con agio davanti ad essi.

img_2347

La copiscua lista di opere di Botticelli esposti fuoriesce dalle sale dedicate a lui: troverete anche altri due opere nella sala 9 del Pollaiolo ed altri due nella sala 15 dedicata a Hugo van der Goes. Alle opere del Botticelli si e’ aggiunta la poetica Annunciazione proveniente dall’ospedale di San Martino in via della Scala a Firenze, portando il totale di opere del Botticelli esposte a 18. L’affresco di circa 6 metri di larghezza eseguito da Botticelli nel 1481 è stato sistemato nella prima parte della sala 10-14, in dialogo con la versione dello stesso tema dipinta su tavola da Botticelli per la chiesa di Cestello quasi 10 anni dopo (foto sotto).

img_2344

Non solo le sale, anche i Corridoi…

img_2280

Allo stesso tempo, anche nei Corridoi del secondo piano sono stati realizzati importanti interventi di rinnovo degli impianti tenici: sostituzione di tutti gli apparecchi e di parte delle canalizzazione dell’impianto di condizionamento ed al completo rinnovo degli impianti elettrici e speciali. Il nuovo impianto di illuminazione, adesso affidata ad apparecchi LED di ultima generazione, sono ora integrati in un sistema di gestione programmata delle diversi sorgenti di luce, in modo da ottenereuna lice indiritta diffusa dalle volte dipinte, un illuminazione diretta e continua sulle pareti e luce d’accento sulle sculture, con faretti puntati sugli esemplari più significativi.

Tutto questo farà che l’esperienza per i visitatori nei corridoi sia migliore, che neanche se ne renderano conto della differenza – a meno che non ci siano stati di recente. nuove collocazioni.

Nuove collocazioni

img_2301

In particolare, La Battaglia di San Romano di Paolo Uccello è stata mossa dalla sala 7 alla sala 8 ed i Ritratti dei Duchi di Urbino di Piero della Francesca sono adesso collocati nella sala 9 vicino alle finestre, dove l’illuminazione è più morbida e consente una visione più chiara di entrambi i lati dei quadri. La Sacra Conversazione di Domenico Veneziano, conosciuta come la Pala di Santa Lucia de’ Magnoli, adesso si trova anche nella sala 8 (spostata dalla sala 7).

hall9-pollaiolo

Raddopio delle sale permanenti agli Uffizi

Con questa ultima fase del progetto di ristrutturazione, la Galleria degli Uffizi ha aumentato le sale dedicate alle collezioni permanenti, passati da 45 sale presenti in origine alle 101 sale attuali! Ciò è dovuto al recupero degli ambienti al primo piano utilizzati al suo tempo dell’Archivio di Stato di Firenze che hanno creato nuovi spazi per esporre opere finora nei depositi degli Uffizi.

Il cantiere dei Nuovi Uffizi prosegue e a breve la Galleria degli Uffizi potrà annoverare trai i propri spazi anche quelli appositamente attrezzati nella nuova zona destinata allo svolgimento delle mostre temporanee. Con la separazione del percorso museale permanente dall’area espositiva temporanea, i visitatori avranno finalmente una più ampia scelta se visitare entrambi o solo uno. Questo offrirà al museo anche nuove opportunità espositive.

old-museum-tickets

Sorpresa vintage, ieri mattina, per i tutti i visitatori in coda agli Uffizi. Nelle loro mani i visitatori si sono ritrovati biglietti risalenti agli anni ’90, con il prezzo stampato in Lire. Il motivo? Il computer che stampa i ticket si è bloccato a causa di un cavo rotto nel cantiere degli Uffizi.

Così, il colpo di genio: gli addetti della Galleria fiorentina hanno ripescato dalla cassaforte vecchi tagliandi ormai inutilizzati ma ancora validi come ricevuta statale. Per renderli attuali alle 12 mila Lire di ingresso è stata aggiunta una pecetta con il nuovo prezzo: 8 euro. Contenti anche i turisti che, oltre a visitare la Galleria hanno potuto anche conservare il biglietto vintage trasformandolo in un esclusivo souvenir da pubblicare sui social.

Credit foto: Molly McIlwrath