enesitru

Sale 57 e 58 di Andrea del Sarto

Le nuove Sale Rosse sono dominate dalla presenza di due grandi artisti, figure di spicco del primo Cinquecento: il fiorentino Andrea del Sarto e l’urbinate Raffaello.

Nella sala 58 è esposta l’opera più famosa di Andrea del Sarto, la Madonna delle Arpie (1517), basata su alcuni versi del Libro dell’Apocalisse. In questo dipinto emergono le varie influenze dell’artista: il classicismo della tradizione fiorentina ma anche le conquiste di Leonardo, Michelangelo e Raffaello.
Andrea del Sarto è quindi un artista importante per comprendere il passaggio dal tardo Rinascimento al Manierismo a Firenze, sebbene la sua fama sia stata eclissata da altri grandi nomi della storia dell’arte.